Servo di Dio Padre Giuseppe Spoletini

Servo di Dio Padre Giuseppe Spoletini

Padre Giuseppe Spoletini nacque il 16 agosto 1870. Era un francescano di stampo antico, da francescanesimo delle origini, una vera e propria figura da Fioretti di San Francesco. Era il sacerdote cattolico esemplare, modello di santità per i frati, per il clero e per i fedeli, vero sprone e vera guida alla perfezione di vita evangelica. La sua santità non è fatta di penitenze, ma di virtù sode e nascoste, praticate giornalmente nell’adempimento del proprio ufficio, sempre santificando la propria giornata, sempre in conformità col volere di Dio.

Servo di Dio

Padre Giuseppe Spoletini fu viceparroco dal 1906 al 1919, poi ritornò nel 1944 e per sette anni ancora, fino alla morte, ebbe l’ufficio di confessore. Morì nel convento di San Francesco a Ripa Grande il giorno di Pasqua, il 25 marzo 1951. Seppellito dapprima nella tomba dei frati al cimitero del Verano, il 22 maggio 1974 le sue spoglie mortali sono state portate nella nostra chiesa e sono state tumulate nel pavimento della Cappella dell’Annunziata, davanti ad una folla di fedeli festosi e devoti. La traslazione si è resa necessaria per le molte grazie e guarigioni ottenute da frati e fedeli per sua intercessione dopo la morte. Nonostante sia morto in concetto di santità, la sua causa di beatificazione non è ancora giunta a conclusione, ma è stato proclamato dalla Chiesa Servo di Dio.